Archivio

Resilienza, forza e creatività nel contrasto alla violenza di genere

pubblicato da Giorgia Serughetti

Università degli Studi di Milano-Bicocca Piazza dell’Ateneo Nuovo
12 Dicembre 2019
Ore 16.30 – 19.00
Edificio U7, 2° Piano, Aula de Lillo
 
L'arte non insegna nulla  (solo il senso della vita).
Resilienza, forza e creatività nel contrasto alla violenza di genere.


Veronica Pivetti, attrice
Lettera al Principe Azzurro, un video

Barbara Uccelli
, artista
A Table Set Performance

Rita Pelusio e Laura Formenti, comiche e insegnanti, Accademia del Comico,
La risata ci salverà

Alessandra Chiricosta, filosofa interculturalista,
Un altro genere di forza

Coordina l’incontro: Marina Calloni, responsabile scientifica del Progetto SFERA


Riabilitare gli autori di violenza

pubblicato 6 nov 2019, 05:05 da Giorgia Serughetti

23 Novembre, ore 17.00 – 20.00
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Via Pasubio 5, Milano – Sala Polifunzionale
 
Riabilitare gli autori di violenza
 
Ore 17.00-18.30
Parte 1 – Ritrovarsi?
Proiezione del film: Un altro da me di Claudio Casazza
Commenti: Maria Merelli (Le Nove, Roma) ed Elisabetta Ruspini (Università di Milano-Bicocca)
 
Ore 18.30-20.00
Parte 2 - Buttare la chiave? Fermare la violenza e anche trattare il violento
Francesca Garbarino (CIPM, Milano) e Paolo Giulini (CIPM, Milano)
in dialogo con un utente del Progetto Bollate sugli autori di reati sessuali.
Letture da sentenze di femminicidio
 
Introduce e coordina l’incontro: Marina Calloni (Università di Milano-Bicocca)
 
L’iniziativa è anche parte del Corso Formare le operatrici/gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere Università di Milano-Bicocca


Nasce SFERA, il progetto per la formazione degli operatori antiviolenza

pubblicato 27 ott 2019, 06:45 da Giorgia Serughetti   [ aggiornato in data 27 ott 2019, 06:49 ]

Milano-Bicocca e PoliS-Lombardia insieme per un progetto formativo rivolto agli addetti dei centri antiviolenza attivi sul territorio regionale. Corsi a partire dal 4 novembre 2019.

Da un accordo fra l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e PoliS-Lombardia, nasce SFERA - Sviluppo della Formazione per Reti antiviolenza, grazie ad un finanziamento della Regione Lombardia per la formazione di reti territoriali per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere.
Caratterizzato da un approccio multidisciplinare e specialistico, il progetto SFERA è rivolto alle addette di tutti i centri antiviolenza, a psicologhe/i, assistenti sociali, educatori/rici, giornaliste/i, operatrici/ori del terzo settore e dell’associazionismo sportivo.

Il programma prevede:
1 intervento (ripetuto in 6 edizioni) rivolto al Terzo Settore e all’Associazionismo;
1 intervento (ripetuto per 4 edizioni) rivolto sempre al Terzo Settore e
all’Associazionismo con un focus dedicato allo sport;
2 moduli rivolti a giornalisti/e e addetti della comunicazione, ciascuno della durata
di 3 ore;
20 moduli “livello base”, rivolti ad assistenti sociali, psicologi/he, personale
dei centri antiviolenza (massimo 8 moduli da scegliere tra base e avanzati);
20 moduli “livello avanzato”, rivolti ad assistenti sociali, psicologi/he, personale
dei centri antiviolenza (massimo 8 moduli da scegliere tra base e avanzati);
5 laboratori multidisciplinari, ciascuno della durata di 4 ore, aperta a tutti gli
iscritti;
3 eventi aperti a tutti su "Storie di genere", ciascuno della durata di 3 ore.
Le attività formative si svolgeranno dal 4 novembre al 13 dicembre 2019, presso le sedi di Polis-Lombardia (Via Pola Via Pola 12/14) e dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (Piazza dell’Ateneo Nuovo 1).

La partecipazione ai diversi insegnamenti proposti è gratuita, fino a esaurimento dei posti.
Il progetto prevede l’acquisizione di crediti deontologici per le/i giornaliste/i.
E’ in via di definizione l’accordo anche con gli ordini professionali degli psicologi e degli assistenti sociali.

Ai partecipanti sarà rilasciato un certificato di presenza.
Il programma e le iscrizioni sono disponibili sul sito: www.sfera.unimib.it
Per ulteriori informazioni: Email: sfera@unimib.it



Conclusione del corso "CHI.AMA" a Varese

pubblicato 12 ott 2019, 01:46 da Giorgia Serughetti

Il 25 settembre si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione al corso "Progetto CHI.AMA: Per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne", alla presenta dell'assessora ai Servizi educativi Rossella Dimaggio.



Audizione presso la Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio

pubblicato 25 ago 2019, 00:46 da Giorgia Serughetti

Il 23 luglio scorso, il Prof. Michele Nicoletti e la Prof. Marina Calloni sono stati invitati dalla “Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere”, presieduta dalla Sen. Valeria Valente, per un’audizione presso il Senato della Repubblica.
L’invito riguardava la necessità di raccogliere informazioni sui progetti di formazione e di ricerca, attualmente in corso negli atenei italiani.
Michele Nicoletti ha esposto gli intenti del progetto UNIRE e l’importanza della collaborazione con il Consiglio d'Europa per l'attuazione della Convenzione di Istanbul.
Marina Calloni ha invece presentato sia le azioni previste dal progetto UNIRE, sia i progetti di formazione già svolti nel corso degli anni, consegnando alla Commissione i relativi materiali, messi ora agli atti.
La presidente Valente e i senatori/rici presenti hanno dimostrato molto interesse verso i progetti presentati, ponendo domande non solo su quanto svolto, ma soprattutto su iniziative future che possano aiutare la Commissione a raccogliere dati fondamentali.
In particolare, hanno suscitato molto interesse le informazioni sulle attività svolte nei singoli atenei per la lotta contro la violenza di genere – ora in fase di elaborazione –, così come richieste in una scheda preposta da UNIRE e inviata ai CUG delle singole università tramite la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI). I dai saranno presto resi pubblici e consegnati alla Commissione d’inchiesta.
Salvo cambio di legislatura, la collaborazione con la Commissione d’inchiesta dovrebbe continuare nei prossimi mesi, anche grazie all’organizzazione dell’incontro previsto in inverno per la costituzione di un network delle università italiane, finalizzato al contrasto e alla prevenzione della violenza di genere, come previsto dalla Convenzione di Istanbul, oltre che da leggi e politiche nazionali.

Formare le operatrici/gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere

pubblicato 21 mag 2019, 03:02 da Giorgia Serughetti

Formare le operatrici/gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere. Un corso offerto agli studenti dei corsi di laurea afferenti ai dipartimenti consociati, finanziato dalla Regione Lombardia - D.G. Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.

Il contrasto alla violenza di genere e in particolare la lotta contro la violenza sessuale e domestica sono fra le questioni maggiormente dibattute a livello pubblico. Per tal motivo, negli ultimi anni sono state approvate molte leggi e promosse politiche sociali al fine di affrontare e prevenire il fenomeno. Per questo, sono necessarie figure professionali che siano in grado di tutelare le vittime e perseguire gli abusanti, collaborando in rete con istituzioni, servizi, professionisti e associazioni territoriali

A tal fine, grazie al finanziamento della Regione Lombardia, è stato attivato presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale – un insegnamento finalizzato alla formazione di operatrici/ori di tipo multidisciplinare che potrà essere scelto come insegnamento libero da parte di studenti frequentanti i corsi di laurea di tutti i Dipartimenti consociati nel progetto, vale a dire Sociologia e Ricerca Sociale Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa”.

L’insegnamento sarà preceduto in maggio e giugno da due conferenze propedeutiche e introduttive. Il corso inizierà poi in Ottobre e terminerà in Novembre. I moduli previsti sono 9 per un totale di 48 ore di lezione e 12 ore di seminari. A conclusione delle attività previste, le/ gli studenti dovranno sostenere una prova finale scritta. I 6 CFU liberi acquisiti saranno dunque riconosciuti dai corsi di laurea di riferimento. Il programma sarà disponibile sulla piattaforma moodle e consultabile tra gli insegnamenti del terzo anno del Corso di Laurea in Servizio Sociale.

Per aderire al corso, si prega le/ gli studenti interessati di inviare entro il 31 maggio una email al seguente indirizzo: unire- academicnetwork@unimib.it - Nel messaggio si prega di specificare: - nell’oggetto: Corso Formare le operatrici/gli operatori sociali; - nel testo: Nome, Cognome, Numero di Matricola, Dipartimento, Corso di Laurea, Conoscenze, indicando eventualmente anche le Motivazioni. Essendo il corso a numero chiuso, entro il 30 giugno sarà notificata alla/o studente l’accettazione o meno della richiesta. Nel caso in cui le domande di partecipazione eccedessero i posti disponibili, sarà criterio di preferenza le esperienze maturate sul campo.

Programma in allegato

Eva Cantarella: Lectio Magistralis "Alle origini delle discriminazioni di genere"

pubblicato 21 mag 2019, 02:52 da Giorgia Serughetti

Martedì – 4 giugno 2019
Ore 15.00 – 16.30
Via Bicocca degli Arcimboldi 1, Edificio U7, 2° piano, Aula de Lillo

A conclusione della seconda edizione del Corso di Perfezionamento su
“La violenza contro donne e minori: conoscere e contrastare il fenomeno”

Eva Cantarella
Storica dell’antichità e
del diritto antico

Lectio Magistralis:
Alle origini delle discriminazioni di genere

Maria Cristina Messa
Magnifico Rettore dell’Università di Milano-Bicocca

Consegna dei diplomi alle corsiste

Fare i conti con la violenza: politiche di contrasto nell’Unione Europea

pubblicato 21 mag 2019, 02:41 da Giorgia Serughetti

28 maggio 2019
Edificio U7, Aula Pagani, Via Bicocca degli Arcimboldi 8, 20126 Milano Ore 14.30 – 18.30

Fare i conti con la violenza: politiche di contrasto nell’Unione Europea


Presentazioni

Silvia Sansonetti,
Fondazione Giacomo Brodolini:

Le istituzioni dell'Unione Europea e la violenza di genere

Francesca Bettio,
Università di Siena:

Economia della violenza Presentazione della ricerca “Violence Against Women and Economic Independence”,
svolta per la Commissione Europea


Tavola Rotonda

Modera: Marina Calloni

Intervengono: Daniela Belliti, Alice Bellagamba, Elisabetta Camussi, Patrizia Farina, Carmen Leccardi, Maria Grazia Strepparava


La conferenza rappresenta il secondo incontro propedeutico al corso su ““Formare le operatrici/gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere”, finanziato dalla Regione Lombardia - D.G. Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.
Il corso è rivolto agli studenti dei quattro dipartimenti consociati.


Le donne e l’Europa: uguaglianza di genere e contrasto alla violenza

pubblicato 30 apr 2019, 09:42 da Giorgia Serughetti

9 maggio 2019

Auditorium Guido Martinotti, Edificio U12, Via Vizzola 5, 20126 Milano

Ore 14.30 – 18.30

 

Le donne e l’Europa:

uguaglianza di genere e contrasto alla violenza.

Quale prospettive?


Quando si parla di “festa” del Consiglio d’Europa

(5 maggio) e dell’Unione Europea (9 maggio), cosa significa ricordare storie di violenza e di discriminazione di genere, alla luce di nuove politiche e di prospettive per il futuro?

 

Introduce: Marina Calloni

 

I. Parte - Le memorie e le sfide del presente

 

Roberta Biagiarelli, attrice: Figlie dell’epoca. Un monologo

Pia Locatelli, ex deputata al Parlamento Italiano e al Parlamento Europeo: Le madri dell’Europa unita

 

II. Parte - Il Consiglio d’Europa

nel contrasto alla violenza domestica

 

Sara De Vido, Università di Venezia: La Convenzione di Istanbul e l’implementazione nei paesi membri

Paola Degani, Università di Padova: Applicazione e monitoraggio della Convenzione

 

III. Parte - Quali politiche anti-discriminatorie

nell’Unione Europea?

 

Tavola Rotonda 

Modera: Giorgia Serughetti

Intervengono: Chiara Annovazzi, Roberto Cornelli, Laura Formenti, Sveva Magaraggia, Antonella Nespoli, Elisabetta Ruspini, Tatjana Sekulic.

La presente conferenza è propedeutica al corso rivolto agli studenti su “Formare le operatrici/gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere”, finanziato dalla Regione Lombardia - D.G. Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.



È online il sito del progetto UN.I.RE

pubblicato 12 mar 2019, 03:37 da Giorgia Serughetti

È online il sito del progetto UN.I.RE (UNiversità In REte contro la violenza di genere): http://www.unire.unimib.it/

Finanziato dal Bando indetto dal Dipartimento delle Pari Opportunità - Presidenza del Consiglio dei Ministri per il supporto alle attività di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne, il progetto UN.I.RE nasce come network composto da nove università (Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Calabria, Foggia, Milano Statale, Padova, Trento, Trieste, Osservatorio Interuniversitario sul Genere, Parità e Opportunità  di Roma Tre, Fondazione Ca' Granda-Policlinico di Milano), con Milano-Bicocca come capofila, e coordinato dalla Prof. Marina Calloni. Il network si rivolgerà a tutte le università italiane e alle reti universitarie europee già esistenti.

Obiettivo del progetto è l'attuazione della "Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne e la violenza domestica" nelle parti dedicate alla formazione, alla ricerca, alla raccolta dati e alla sensibilizzazione della società verso una cultura del rispetto delle identità di genere.

1-10 of 43